L’allenamento con il mitico elettrostimolatore

allenamento con elettrostimolatore

Esistono moltissimi dispositivi che sono stati creato per massimizzare la resa sportiva, estetica e riabilitativa, e uno di questi è proprio l’elettrostimolatore, uno strumento che negli ultimi decenni si è fatto un nome tra sportivi e amanti dell’estetica. Non vorrei infatti, sfatare un mito, ma forse poche persone sanno che un elettrostimolatore può essere utilizzato per diverse funzioni, io sono un atleta, e per quanto mi riguarda si tratta di uno strumento davvero necessario, sia per il mio allenamento che per riprendermi dopo qualche infortunio.

Lo utilizzo da moltissimo tempo, e non so cosa farei senza, mi è stato sempre di grandissimo aiuto, e per diverse ragioni; molte persone lo utilizzano semplicemente per motivi estetici, perché grazie ai suoi impulsi elettrici, funziona un questo modo, va a rassodare delle zone del corpo, nella maggio alza dei casi un muscolo alla volta, dipende dal tipo di dispositivo che stai cercando.

Quindi, ha principalmente tre utilizzi che sono estetici, sportivi e di riabilitazione; in tutti e tre i casi, l’elettrostimolatore si aziona tramite degli impulsi elettrici che vanno a sollecitare il muscolo interessato. Come ho spiegato poche righe fa, solitamente questi dispositivi sollecitano un muscolo alla volta, dipende dal numero di canali di uscita presenti, se ne hanno due allora devi necessariamente utilizzarli entrambi su un muscolo, anche per massimizzare l’effetto del tuo elettrostimolatore, infatti, non ti darai possibile collegare le due uscite a due muscoli diversi.

Il discorso cambia quando si tratta di elettrostimolatori a quattro canali, in questo caso ti sarà possibile utilizzarlo su due fascia muscolari diverse ma non due muscoli diversi, anche per motivi agonistici, ho optato per questa seconda soluzione. Come ti capiterà di notare, se ne acquisti uno o se lo cerchi nel web, molti elettrostimolatori hanno a disposizione dei programmi che hanno degli scopi diversi, così come la loro durata, ci sono elettrostimolatori auto regolabili, oppure che selezionano il tempo del programma automaticamente, essendo già predisposto nel dispositivo.

Le sue specialità

Le due caratteristiche principali dell’elettrostimolazione, sono l’intensità in mA e la frequenza d’onda; la prima, riguarda la regolazione degli impulsi elettrici mandati dal dispositivo, e molte volte la troviamo già regolata oppure autoregolabile, e dipende anche dalla tipologia di programma selezionata. La frequenza d’onda invece, può cambiare secondo il trattamento necessario.

Consiglio sempre di leggere attentamente le istruzioni, e di capire anche come utilizzarlo, guarda immagini e video, su come posizionare gli elettrodi,chiedi in palestra se necessario, ma non usare mai questa dispositivi senza prima conoscerli, si tratta sempre di impulsi elettrici, quindi vanno usati sempre con la cautela giusta. A parte questo piccolo avviso, sono sicuro che riuscirai ad ottenere il massimo dei benefici dal tuo elettrostimolatore.