La vita degli artisti!

vita degli artisti

Li consideriamo da sempre molto fortunati agli occhi del pubblico la vita degli attori e dei cantanti sembra davvero una favola, e ovviamente principalmente per le grandi capacità economiche, che li fanno diventare come dei sulla terra, agli occhi della maggior parte di noi. Effettivamente, e più realisticamente, mi sembrano vite anche molto sofferte, nulla sembra così semplice e scontato in effetti come sembra. Per prima cosa, forse troppi tra noi dimenticano che siamo tutti esseri umani, e le vicende della vita toccano tutti, nel bene e nel male. Non vorrei neanche essere ipocrita, e non ammettere che il fattore economico può migliorare la qualità della vita, ma può anche distruggerti.

Non voglio fare nomi, non mi interessa, ma anche tu come me conosci nomi famosi che hanno fatto morti davvero infami, per il tipo di vita e i personaggio che si erano creati. Anzi forse l’attore, vive anche in una sorta di doppia personalità, anche perché il pubblico ama il sorriso, ed e sempre pronto a criticare, per cui si tratta sempre di un modo di vivere molto sotto pressione, dove la tua celebrità mira alla perdita della tua privacy. Non so davvero, se tutti pensano a queste sfaccettature di questa loro realtà, ma non credo che farei mai cambio con il mio modo di vivere.

Vedi l’articolo intero

Le gallerie d’arte!

gallerie d'arte

Tempo fa, mi è capitato di esporre del vino italiano in una galleria d’arte, durante l’evento, mi sono resa conto che la maggioranza dei ragazzi che esponevano le loro opere, non era altro che un gruppo di appassionati e aspiranti artisti che si erano messi insieme e avevano trovato una bellissima galleria nella quale poter esporre i loro quadri. Mi è sembrata subito un’idea fantastica quella di poter proporre quello che vuoi, avendo solo uno spazio e creandolo in maniera tale da poter anche invitare persone e potere anche disporre l materiali o le opere che non siano necessariamente nemmeno opere artistiche come il vino.

L’iniziativa di questi ragazzi molto semplice, consiste nella creazione di uno spazio nel quale loro e altri amici possono permettersi di esporre le loro opere d’arte senza dover necessariamente affidarsi a qualche grossa compagnia e quindi dover pagare una grossa somma di denaro. Ovviamente, in questi casi e anche molto più difficile la pubblicità, perché si tratta ovviamente di un’iniziativa Che ovviamente l’patatose, di conseguenza se un un artista si ricada una gente paga qualcuno per la pubblicità il gioco potrebbe sembrare molto più semplice, soprattutto al giorno d’oggi e se non conosci nessuno.

Vedi l’articolo intero

Emozioni nell’Impressionismo e romanticismo

Emozioni nell'Impressionismo e romanticismo

L’arte ha subito profondi cambiamenti, ma è sempre stata un modo per rappresentare ciò che l’uomo è, e la sua evoluzione o rappresentazione si identifica con lo sviluppo degli esseri umani. L’arte racconta la nostra storia, da dove veniamo, e come ci siamo evoluti. Abbiamo meravigliosi monumenti come le piramidi, Petra, ciò che resta degli inca, e molto altro; quindi in realtà i monumenti hanno rappresentato il tipo di evoluzione da un punto di vista anche sociale, che l’uomo ha avuto. Ovviamente la pittura, il dipinto, ha avuto altri modi per svilupparsi, e la mano dell’uomo si è evoluta creando rappresentazioni del mondo si dei quadri.

Per prima cosa, ho scelto l’impressionismo e il romanticismo perché sono tra le mie correnti preferite, perché si tratta di correnti artistiche che riflettono anche il clima intellettuale dell’epoca, nel quale artisti e scrittori si ritrovavano nelle osterie per discutere di temi morali ed esistenziali. L’impressionismo, come il romanticismo, tende a scatenare un emozione, e in questo minestrone potrei anche aggiungere dell’espressionismo, che dal canto suo promuove la completa espressione del sentimento di quell’istante. Mentre con l’impressionismo, la pittura tende ad avere uno stile più puntinato, mentre nel romanticismo l’artista tende il colore, i disegni sembrano ricordare le onde del mare, con linee morbide e colori tenui, quasi acquerellati.

Le emozioni sono il risultato della situazione che gli artisti sentono durante quel periodo, quindi si ha un’espressione massima del sentimento, di ciò che in quel momento l’artista sta provando, si tratta di una rappresentazione dell’io, che si riflette sulla tela, creando a mio avviso tra le più belle rappresentazioni pittoriche. Devo dire che per quanto riguarda il romanticismo, amo Turner, credo sia il migliore, una capacità davvero grandissima, nel rappresentare paesaggi, che ti stringono il cuore.

La rivoluzione del cubismo

Grande salto, molte differenze, arriva il cubismo. Pablo Picasso uno degli esponenti migliori, perché si chiama in questo modo? Si tratta di una corrente contemporanea, rispetto alle due menzionate precedentemente, e la sua peculiarità consiste nella scomposizione delle immagini e dalle forme concettuali. Quindi il cubismo spezza la tradizione della rappresentazione visiva degli oggetti e delle forme, risultando in linee dritte e forme cubiche. Ci allontaniamo completamente dalle linee morbide e dalle forme romantiche, e abbracciamo uno stile molto più rigido, completamente diverso, ed essenzialmente concettuale.

Inoltre, il cubismo spezza completamente rispetto agli altri stili anche per la distribuzione delle forma, e per la sua rappresentazione, si tratta di vedere la realtà in altri modi, molto più essenziale e geometrica, come le linee di questa corrente. Forse, questo stile nasce anche dalla necessità di rivalutare l’arte più antica, e il modo di rappresentare ciò che si vede, comprese le forme. Non sono un’amante di questa corrente, ma credo si tratti di un’esperimento artistico che ha riscosso ottimo successo, e ancora oggi viene profondamente acclamato.

La brezza dei ventilatori…

bellezza del ventilatore

Abito al sud, il meraviglioso sud, e forse come anche tu sai fa sempre molto caldo, la nostra estate dura più o meno nove mesi, e non abbiamo mai avuto inverni davvero glaciali, non come quelli del nord almeno, e questo lo so per certo perché mi figlia si è trasferita a Milano per motivi di lavoro, per cui quando parliamo al telefono, la sento molto spesso dire che fa molto freddo, e io il più delle volte le rispondi che invece da me fa molto caldo, troppo caldo.

Proprio per questa temperatura da Caraibi, molto spesso soffro di calure e non riesco a respirare bene, quindi mi sono attrezzata di ventilatori, in tutta la casa, non riesco a sopportare il condizionatore,me spigò più avanti per quale motivo. Quindi, casa mia, è occupata da ventilatori in tutte le stanze, nel soggiorno e nella camera da letto, ho scelto un ventilatore da soffitto, mentre in bagno e cucina ne ho acquistato uno da tavolo, un po’ perché non potevo permettermi di installare quelli da soffitto anche in cucina e in bagno, ma anche perché sono le stanze nelle quali passo meno tempo, e poi la mia cucina è più o meno open Space, quindi posso tranquillamente godere della brezza del ventilatore anche da casa mia.

I ventilatori permettono di aumentare il moto dell’aria, dando una leggera sensazione di freschezza nell’ambiente, e ce ne sono diversi modelli in circolazione sul mercato, come ho scritto infatti il mio ventilatore è da tavolo e da soffitto, si tratta di due generi completamente diversi, per prima cosa quello da tavolo; si tratta di un generatore di aria che permette anche di orientare il flusso, ne ho scelto uno con la testa regolabile, fai sempre attenzione alla griglia di sicurezza, deve essere fitta abbastanza da non permettere alle dita, specialmente dei tuoi bambini,mid poterci entrare.

Questa è la norma di sicurezza numero uno, alla quale devi sempre fare riferimento se vuoi acquistare un ventilatore da tavolo; sono molto pratici, puoi spostarli da stanza in stanza, e si tratta anche di prodotti a prezzi decisamente abbordabili. Il ventilatore soffitto invece, posso comandarlo con un piccolo telecomando, e decido della potenza del flusso d’aria, in questo caso, fa anche da lampadario, per cui svolge alla grande tutte e due le funzioni, e devo dire che le mie quattro pale riescono a rinfrescare molto bene gli ambienti.

Ho dovuto chiedere aiuto per installarlo, e per pulirlo mi devo adoperare di scala, ma per quanto riguarda la sua efficienza, sono davvero soddisfatta del prodotto; ah quasi dimenticavo, se sei un esteta e ami lo stile, non devi compromettere il tuo gusto, puoi trovare stili vintage rivisitati, classici e moderni, di design; ultimamente, sembrano anche andare molto di moda i ventilatori a piantana, soprattutto per il loro design.

Direi che i vantaggi che ho riscontrato sono moltissimi, partendo dalla grande differenza di costo, perché il condizionatore ha un prezzo mediamente sempre maggiore rispetto a quello del ventilatore; inoltre molto spesso il condizionatore causa malesseri, come mal di gola e tosse, mentre il ventilatore offre una gentile brezza di aria fresca. Anche se acquisto un ventilatore a soffitto, l’installazione di un condizionatore è sicuramente maggiore.

Praticità del cuscino allattamento

Praticità del cuscino allattamento

Il magico cuscino allattamento, un validissimo accessorio che mi ha accompagnato durante tutta la durata della mia gravidanza, e quando il mio piccolo angelo è nato, e devo dire che ancora oggi a distanza di molto tempo, dopo quasi ben otto mesi dalla nascita del mio piccolo, lo uso anche solo per appoggiato comodamente, senza preoccuparmi che si possa fare male.

Credo sia necessario acquistare un cuscino per allattamento, nel mio caso, ho scelto un cucino che potesse aiutarmi a reggere anche il peso della mia pancia, nel periodo della gravidanza, soprattutto perché mi ha decisamente aiutato a dormire meglio, lo abbracciavo, e sentivo tutta la sua morbidezza. Ho problemi di dermatite molto spesso, per cui ho scelto un cuscino in fibra naturale, anche la fodera del cuscino in cotone organico;

Esistono buone alternative anche in fibre sintetiche, ma ho preferito andare sul sicuro per me e il mio bambino, anche e soprattutto perché la pelle dei neonati è sicuramente molto più delicata della nostra, e utilizzando un cuscino allattamento in fibra naturale, non rischio nessun tipo di reazione allergica, ne io ne il mio cucciolo.

Ci sono molte soluzioni diverse sul mercato, puoi acquistare come ho fatto io un cucino con doppia funzionalità, per allattamento o gravidanza, oppure puoi affidarti ad un cuscino allattamento classico, dalla forma che preferisci, i più famosi in commercio si chiamano Boppy e Buddy, se non hai molta esperienza ancora, ricerca i contenuti e le caratteristiche specifiche di questi prodotti, non mi basterebbe un articolo per descriverli tutti.

Alla fine dei conti, si tratta di una scelta personale, e tu potesti ritenere opportuno scegliere un cuscino al posto di un altro, solo perché stai più comoda, per esempio, devi pensare che può aiutarti anche ad allattare meglio, e puoi comodamente stare seduta, e appoggiare tuo figlio al cuscino, contro di te.

La maggioranza dei cuscini in vendita ora hanno in dotazione una allacciatura, che ti permette di avvolgere e assicurare il cuscino attorno a te, in modo da poter allattare in tutta serenità. Io me ne intendo molto di più delle fibre naturali, io ho scelto la pula di farro, perché si tratta di uno dei materiali naturali più diffusi; ciò che conta dopo tutto è la qualità dei materiali in generale, soprattutto perché sarà un prodotto che aiuterà anche a sostenere il piccolo, per cui bisogna sempre assicurarsi di scegliere il meglio.

I suoi mille e uno usi…

All’inizio ho descritto i modi per utilizzare il cuscino, non ho spiegato però che è stato un prodotto testato anche per migliorare la circolazione, attenuare dolori lombari e quando poi avrai dato il benvenuto al tuo piccolo, nel mondo, il cuscino ti aiuterà a sostenerlo durante le poppate, e lui si addormenterà comodamente abbracciato al morbidissimo cuscino.

HDMI: qualità delle immagini assicurata

qualità delle immagini assicurata

Ne stavo parlando poco tempo con mia ne poté, le cercavo di spiegare come la vita fosse cambiata radicalmente nel giro di pochi anni, mi riferisco in maniera particolare agli ultimi 20 anni, a me sembra davvero ieri, di quando usavo il lettore di cassette e le televisioni erano dei cubi molto pesanti, molto lontano dall’idea del televisore moderno.

Ancora di più dal momento in cui si tratta di dispositivi che hanno moltissime funzioni, si possono collegare a web,console, e scegliere la rivoluzione delle immagini; mi sto riferendo al fatto che molti dispositivi hanno una predisposizione alla alta definizione, ma per funzione serve un cavo chiamato HDMI, siamo ben lontani dai progenitori dei televisori, dove le immagini erano talvolta sgranate e non nitide, ricordo bene la prima volta che ho guardato un programma alla tv in alta definizione, entrambe qualità video e audio hanno sicuramente acquistato molto.

Il grande vantaggio dell’HDMI, consiste nella sua capacità di trasmettere la qualità migliore delle immagini, ma non solo, anche la qualità del suono migliora sorprendentemente, facilitando e perfezionando la visone del tuo film preferito. Esistono delle variazioni per i cavi HDMI, anche se a dirla tutta esistono moltissime variazioni per quanto riguarda la configurazione del cavo, ad esempio, oltre a quelli standard, ci sono quelli con ethernet, e ad alta velocità standard e con ethernet; se te ne intendi di elettronica, dovresti sapere che cambia la risoluzione delle immagini, e nel caso per esempio tu abbia una televisione dotata di 3D, avrai sicuramente bisogno di un cavo HDMI ad alta velocità, per supportare la tua visione tridimensionale;

Ovviamente se ne prenderai uno con ethernet, ti permetterà di trasmettere dati. La cosa più importante che devi sapere è che la maggioranza dei cavi ad alta definizione, quelli basici, sono davvero tutti uguali, le aziende tendono sempre a identificare il loro cavo come il migliore, ma in realtà, se sai di che tipo di cavo hai bisogno, il nome in questo caso non fa davvero molta differenza, a meno che tu non cerchi sempre prodotti con molti time garanzia alle spalle.

Economici e tantissimi sul mercato!

Uno dei grandissimi vantaggi di questo prodotto, consiste in due elementi speciali: il costo e la marca; come ho detto poche righe fa, per la marca si tratta di una scelta de tutto oggettiva perché il cavo ad alta definizione non differisce da marca a marca, ma il prezzo si, per cui potrà capitarti di notare due cavi uguali ma una marca più famosa e conosciuta, quindi il cavo avrà un prezzo maggiore.

Infine, per quanto riguarda il prezzo generale di questo prodotto, di aggira sui pochi euro, ma come suggerisco sempre, fai una buona ricerca online per riuscire a capire meglio tutto quello che ti ho descritto in questo articolo.

Vera magia del sottovuoto

Vera magia del sottovuoto

In realtà, l’invenzione del sottovuoto ha cambiando completamente il modo di concepire la conservazione del cibo, al riparo dai batteri, questa grande rivoluzione ha fatto in modo che cambiasse anche il modo di concepire la conservazione del cibo in se, e forse stiamo parlando un metodo che assicura la quasi totale incapacità dei batteri per potersi riprodurre.

sarebbe ebbe capire anche come funziona, perché ti permette anche di conservare più a lungo gli alimenti. Quasi tutte le macchine sottovuoto sono dotate di sacchetti che però non sono sempre gli stessi, perché la loro dimensione potrebbe variare secondo il tipo di alimenti che ci puoi conservare, per cui potresti trovare il sottovuoto in dotazione a sacchetti che puoi riutilizzare dopo averli accuratamente lavati, oppure ci sono anche le versioni usa e getta, molto importante ricordarsi di pulirli adeguatamente se scegliete la versione riutilizzabile.

Per quanto riguarda il tipo di macchina sottovuoto, esistono due versioni principali, per uso domestico, una tradizionale che ti permette di conservare alimenti solidi, e ce ne sono versioni più tecnologiche con la possibilità di conservare liquidi, come salse e zuppe.

Devi pensare che il congelamento molte volte rischia di alterare la consistenza e il sapore del cibo, mentre con sottovuoto ne trattieni la fragranza, inoltre molto importate anche ricordare che un buon sottovuoto farà in modo che non butterai più rovi a da mangiare, e la cose reazione risulta maggiore e più sicura rispetto a frigo o congelatore, non ha importanza quanto pensi di averli chiusi ermeticamente, non esiste niente di più sicuro di un sottovuoto.

Ci sono anche sacchetti resistenti al calore, che ti permettono di inserire il contenuto nel microonde o nel forno, insomma non dovrai davvero più compromettere il gusto del cibo, e dopotutto si tratta anche di risparmiare a lungo andare, per cui cedo possa essere un ottimo alleato nelle nostre cucine.

Mi riferisco a una conservazioni davvero lunga per affettati e formaggi stagionati, in maniera particolare, perché grazie al sottovuoto per alimenti potrai conservare fino a due mesi, tranquillamente, rispetto a qualsiasi altro metodo di conservazioni, il sottovuoto garantisce davvero agli alimenti di top rimanere intatti, conservando tutte le loro proprietà nutritive e il loro gusto, tenendo lontano fino al 99% dei batteri.

Conserva senza batteri!

Come ho scritto all’inizio, il grande aiuto del sottovuoto consiste proprio nella capacità tua di conservare il cibo senza la presenza dei pericolosi batteri, perché, l’ossigeno non serve solo a noi per vivere ma anche a tutto il resto degli organismi viventi sulla terra, per questo l’eliminazione di ossigeno, permette anche la perdita di moltiplicazione da parti di organismi nocivi alla nostra salute. Il fantastico sottovuoto aspira l’aria, eliminando ossigeno, incubando il cibo in una pellicola protettiva senza aria.

Macchina per la pasta: una passione tutta italiana

Macchina per la pasta

Se c’è un alimento per il quale siamo davvero famosi nel mondo, da italiana, è proprio la nostra pasta, tutte le persone che nel mondo hanno provato la nostra ricetta sono sicuri che si tratta di un cibo tutto italiano e molto gustoso.

La versatilità del l’impasto promette di creare pasta con farine diverse, pasta integrale e colorata, da abbinare al condimento perfetto,m esistono infatti moltissimi condimenti da poter utilizzare nella pasta, ricordo tutte le volte nelle quali ho preparato una pasta di mezzanotte aglio olio e peperoncino, con un bel gruppo di amici. E ancora meglio ricordo la favolosa pasta fatta in casa da mia madre a mano, e io che invece utilizzo una preziosa macchina per la pasta anche perché non ho più così tanti tempo da dadi are alla cucina.

Il gusto e la consistenza della pasta fresca non ha eguali, e chiunque si potrebbe rendere conto se sta mangiando pasta fresca oppure no, almeno se sei italiano, perché fa davvero parte del nostro patrimonio genetico. Non esiste nulla di meglio di prepararsi la pasta da soli, sembra anche un ottima alternativa al risparmio, oltre che a guadagnarci sempre un gusto! Quindi alle nostre porte bussa la macchina per pasta fatta in casa, pronta a soddisfare le esigenze di ciò che casalinghe professioniste; sul mercato, ne trovi di due tipologie: quella elettrica e quella manuale, come dice la parola stessa, la prima funzionerà a corrente, la seconda invece ha bisogno del tuo olio di gomito.

La macchina per pasta manuale infatti, solitamente dispone di una manopola che permette di assottigliare l’impasto,mirando appunto la manopola, mentre in quella elettrica basterà dolo premere un bottone. Si tratta di un territorio prima di tutto italiano, quindi la maggioranza delle marche che troverai in circolazione sono quasi tutte autoctone, perché in effetti si tratta del nostro alimento per eccellenza, e uno dei modi con i quali ci siamo fatti conoscere in tutto il mondo.

L’utilizzo della macchina per pasta risulta semplice e meccanico, quindi sia che tu scelga quella manuale che quella elettrica, capirai ben presto il funzionamento della macchina, la stessa cosa non si può dire per l’impasto, che in realtà rappresenta l’elemento più importante per la pasta fatta in casa, quindi affidati alla vecchia ricetta di mamma e nonna, non sbaglierai!

Concludendo, la macchina per pasta e anche un dispositivo che entra a contatto con farina e alimenti,che potrebbero rovinare gli ingranaggi, per questo motivo ti consiglio di prestare attenzione nella manutenzione, seguendo i consigli dispensati nel foglio illustrativo, questo ti aiuterà a massimizzare l’efficienza della tua macchina, e a prevenire eventuali problemi.

L’aspirapolvere moderno!

aspirapolvere moderno

Ne sono certa, gli aspirapolvere hanno radicalmente cambiato il modo di concepire la pulizia in casa, si tratta di ritrovare il piacere nel passare del tempo sul proprio divano in un ambiente davvero pulito. Tutte le casalinghe ne hanno uno, e anche per i single si tratta di un ottima soluzione perché ti fa risparmiare molto tempo, con risultati nettamente migliori della cara vecchia scopa, che rimane sempre molto comoda se vuoi solo dare una ripulita veloce.

In termini igienici e di pulizia, in ogni caso, non esiste soluzione migliore dell’aspirapolvere, e ad oggi, sul mercato se ne trovano davvero di tutti i modelli, siamo perfino arrivati a creare veri e propri robot, con mobilità automatica, che si muovono per la casa, aspirando da soli. E di questo ne parlerò tra pochissimo. Generalmente, le versioni di aspirapolvere più comune sono a traino, nel senso che si tratta di un motore sul quale viene inserito un filtro, e l’aspirapolvere viene trascinato grazie alle rotelle in dotazione, per esempio il mio è di questo tipo.

Ha in dotazione dei beccucci aspiranti diversi, che mi permettono di aspirare facilmente anche divani e tende, e perfino gli angoli; il mio aspirapolvere non ha un sacchetto, ma un filtro lavabile, così come il contenitore della polvere, ho scelto questa tipologia principalmente per risparmiare per la spesa dei sacchetti, ma devo fare più attenzione alla dispersione della polvere quando lo svuoto, anche se il mio dispositivo, ha una levetta che permette alla sporcizia di fuoriuscire automaticamente dal basso, dritta dentro un sacchetto di plastica che chiudo e butto subito.

Rispetto a quelli con il sacchetto, il mio aspirapolvere sezna sacco ha un filtro, come ho accennato prima, e bisognerebbe fare particolarmente attenzione alla manutenzione, a come lo lavi, e assicurati di asciugarlo bene, a meno che non venga precisato diversamente nelle istruzioni. Nell’ultimo decennio sul mercato ha cominciato a farsi avanti, anche la tipologia con filtrazione con acqua, che non ha comunque ricevuto moltissima acclamazione dal pubblico delle casalinghe, e sembra che sul mercato tengano bene le tipologie con e senza sacchetto.

Esistono anche dei modelli, che ti permettono una pulizia più profonda perché hanno in dotazione un getto di vapore, che ti permette anche di sterilizzare le superfici, e smacchiare i tendaggi, per esempio; queste macchine sono più elaborate, e ovviamente si presentano con prezzi maggiori sul mercato. Se dovessi riferirmi alle caratteristiche più generiche di questo elettrodomestico, consiglio sempre di prestare attenzione alla potenza, che al contrario di come puoi pensare si misura in Air Watt e non semplicemente Watt, ed è quella a cui ti dovresti riferire per la potenza del tuo elettrodomestico.

La Scopa Elettrica o il Robot?

Concludo con due versioni molto pratiche, la scopa elettrica, un aspirapolvere piccolo, maneggevole molto leggero, può essere comodamente appoggiato ovunque, e molti modelli sono fatti per occupare lo spazio di una scopa, appunto; per la potenza e la capacità di sporcizia che può esser raccolta, parliamo sicuramente di numeri molto inferiori a quelli di un aspirapolvere.

Infine, una delle ultime trovate è il robot elettrico, solitamente a forma di disco, che si muove autonomamente per casa, aspirando ovunque, sotto letti e tavoli, tutto questo grazie ad un sensore che identifica e riconosce le particelle di polvere, i pulviscoli, azionandosi con l’aspirazione.

Facilità di utilizzo del tritatutto

Facilità di utilizzo del tritatutto

Si tratta di uno degli elettrodomestici che si possono trovare nei formati più ridotti, molto semplice da usare, che però massimizzano la velocità della preparazione degli alimenti, in quanto si tratta molto spesso di dispositivi davvero molto efficienti. Serve per tritare qualsiasi cosa, per parere soffritti, salse, creme, zuppe, certo molto dipende dalla capienza e dalla potenza, ma di queste caratteristiche ne parlerò tra pochissimo;

Prima di cominciare a raccontare le caratteristiche principali del tritatutto, vorrei anche dirvi un piccolo segreto, cioè che molte persone credono che omogeneizzatore e tritatutto siamo due prodotti diversi, invece ora ti assicuro che si tratta più di una trovata commerciale che della verità, quindi per tritare puoi anche usare un omogeneizzatore, e anche per questo dispositivo valgono le caratteristiche che elencherò di seguito.nuna cosa sembra certa, si tratta di dispositivi molto utili soprattutto perché aiutano a risparmiare tempo in cucina.

La potenza rappresenta infatti una delle caratteristiche più importanti, o almeno lo diventa, se vuoi principalmente sparita tre cibi secchi, come i chicchi di caffè, che sono anche molto duri; se invece ti interessa per verdure o salse, allora puoi affidarti ad un modello meno potente; un altro fattore da considera è lo spazio a disposizione, infatti il tritatutto deve servire a semplificare il lavoro in Cucina non a renderlo più difficile, per cui se hai poco spazio libero cerca di optare per una versione di tritatutto mini o comunque di dimensioni ridotte, perché anche il peso lo sarà.

Ottima notizia sul fronte design, per i tritatutto le aziende si sono davvero sbizzarrite, per forme e colori, quindi se cerchi uno stile colorato troverai il tritatutto migliore e adatto a te; invece, ritornando alle caratteristiche, gli altri due eletti fondamentali per capire la qualità del tuo tritatutto consistono nelle lame e nella sua capienza, entrambi questi elementi definiscono la vera qualità e funzionalità, oltre che efficienza del tritatutto. Le lame permettono di sminuzzare meticolosamente il cibo,me la capienza ne determina la quantità di alienanti che può essere tritata dal tuo dispositivo.

Molto spesso, i tra tritatutto, hanno chiusure di sicurezza che ti impediscono di azionarlo senza prima aver assicurarti bene la chiusura del contenitore, nel caso il tuo non ne possegga uno chiudi e assicura bene la chiusura prima di usarlo. Una volta terminato con il suo utilizzo, lavalo e asciugarlo bene, non metterlo via senza prima serrerei assicurata di averlo asciugato per bene. Non posso ovviamente dirti cosa acquistare, anche perché se leggi un po’ di recensioni, articoli, o guardi dei video, ti farai un’idea chiara, ma soprattutto soggettiva di quelli che sono i tritatutto disponibili, in commercio. Cerca solo di fare i conti con la sua destinazione d’uso e per quante persone lo userai, questo tua aiuterà a restringere il campo della ricerca, almeno sulla sua capienza.

Il mio nuovo lettore blu ray

nuovo lettore blu ray

Quando torno nella mia vecchia cameretta,che mia madre con tutto il suo amore, mantiene immacolata come allora, riguardo sempre compiaciuta la mia grande collezione dei classici della Disney, in cassetta, e a casa devo forse ancora avere un lettore di cassette, sono passati solo una ventina di anni, ma la tecnologia per la visione e intrattenimento domestico ha fatto davvero passi da gigante. Forse rimpiango un po’ quei tempi, anche perché passano sempre troppo in fretta, e forse anche perché i miei bambini non conosceranno mai la cassetta, con la quale invece io sono cresciuta.

Nel giro di pochissimo tempo, le cassette sono state spazzate via dai dichi, il DVD, e ora c’è ne sono nuove versioni, chiamate blu ray. Partendo dalla grandissima rivoluzione che è andata a trasformare la formattazione dei film e dei video musicali, il DVD, e oggi c’è ne sono ormai moltissimi modelli in circolazione; un altro grande cambiamento nella visione quotidiana e arrivata anche dai televisori, che hanno cominciato ad essere tutti ad alta definizione, e quindi per poter guardare i tuoi film al meglio hanno creato il lettore blu ray, creato apposta per rispettare la qualità ad alta definizione presente nelle televisioni moderne.

Questi dispositivi vengono generalmente indicati ha chi dispone di televisioni ultima moda, ad alta definizione, perché il DVD purtroppo non riuscirebbe a rendere la stessa qualità di immagine. Se anche tu hai questo tipo di televisione, dovresti pensare anche all’acquisto di questo bel dispositivo, soprattutto in questo periodo, perché stranamente i prezzi sul mercato sono scesi, forse anche per la quantità di marche disponibili sul mercato.

Personalmente, da quando utilizzo il lettore blu ray, ho notato una maggiore nitidezza delle immagini e colori più forti, si tratta di una qualità sicuramente superiore a quelle standard, però forse il neo sta nei tempi di accessione, per il mio serve più o meno un minuto. Quindi generalmente sono abbastanza lenti, e potresti avere problemi di visione,msoprattutto nelle panoramiche. Se devo invece riferirmi al consumo e al rumore, devo dire che sono disposizione silenziosi e consumerai mediamente, quindi si tratta di una buona combinazione, soprattutto se ti preoccupi del consumo energetico.

BD live…sarà vero oppure no?

Ora provo a sfatare un mito, sei libero di fare le tue ricerche dopo avere letto quanto segue; ho notato che moltissime compagnia che producono lettori blu ray, si riferiscono alla funzione BDlive, che come tipo di funzionalità esiste, e serve per ottenere più informazione sul film, attori ecc, perché si collega al web, riconoscendo il disco; purtroppo la verità e che pochi lettori blu ray in circolazione sono in grado di usare questa funzione al meglio, quindi per ora forse meglio lasciarla stare.

Tranquillità e divertimento con barbecue da giardino

Tranquillità e divertimento con barbecue da giardino

Ho sempre amato fare il bbq, abbiamo un bellissimo giardino, amo i fiori, per cui ho cercato di creare un area verde ed un altra nella quale poter mangiare tutti insieme, non avrei potuto scegliere barbecue migliore per il mio giardino, infatti sono riuscita a creare una zona, che permette di invitare amici e parenti anche durante la brutta stagione, infatti ho una pergola che parte dalla casa, abbastanza ampia da poterci mettere sotto il nostro bbq, e se fuori fa freddo possiamo mangiare in salotto, altrimenti fuori all’aperto in estate sfoggio il salottino in Rattan, uno dei miei materiali preferiti.

Ritornando invece al mio bbq, come dicevo amo cucinare il cibo sulle piastre, le griglie. Perché amo l’odre e il sapore del grigliato, e non mi riferisco solo alla carne, ma anche al pesce, al formaggio e alla frutta; se non lo sapevi beh ora sai che puoi cucinare più alimenti di quelli che forse pensavi. Se sei alla ricerca del bbq per le tue esigenze, sappi che in commercio esistono due tipi diversi, che variano secondo il metodo di alimentazione, che può essere diretto o interno, nel caso dei barbecue da giardino a legna o carbonella; mentre si parla di metodo di diretto o esterno, nel caso del barbecue elettrico o a gas, non credo che ti serva sapere che la carbonella e la legna sono le migliori per quel sapore di affumicature che mi piace così tanto; mentre, con il barbecue a gas o elettrico, il sapore degli alimenti rimane più basico, senza troppa affumicatura.

Si tratta di metodi di preparazione diversa, ci vuole più tempo per far funzionare un bbq a carbonella o legno, rispetto a quello elettrico o a gas, per questo motivo consiglio sempre di cominciare a scaldarono almeno un oretta prima di cominciare a cucinare, cei assicurarti che sia ben caldo. Per quanto riguarda quello che puoi cucinare, ogni bbq dovrebbe estere fornito di informazioni anche su come cucinare gli alimenti e che tipo di alimenti sono idonei, se lo sai utilizzare nel modo giusto, i bbq presenti oggi cuociono molto bene, senza bisogna di spendere una fortuna.

Di che dimensioni stiamo parlando?

Esistono tutte le dimensioni, dipende molto dallo spazio che hai a disposizione, se te lo puoi permetter, consiglio sempre di cercare misure medio grandi, perché la prima volta che avrai ospiti,dovrai fare aspettare tutti per mangiare, e non sarete liberi di mangiare tutti insieme. Se il tuo giardino te lo permette, cerca un bbq di buona qualità, di medie dimensioni almeno. Se al contrario, sei impossibilitato, ci sono ottime soluzioni salvaspazio,che ti permettono di sistemare il tuo barbecue quasi ovunque, e di spostarlo con estrema facilità, perché quasi i barbecue da giardino di dimensione ridotte,sono dotati di comodissime rotelline per poterli spostare.

Vera pulizia dei denti con l’idropulsore!

Vera pulizia dei denti con l'idropulsore

Sono un fanatico del sorriso bianco e splendente, purtroppo ho il vizio del fumo, e maggior ragione tendo a tenere i miei denti sempre perfettamente puliti, sopratutto perché amo sorridere, quindi vado da dentista almeno una volta ogni sei mesi per una controllatina, anche per tenere lontana la fastidiosissima placca dai mie denti. Per anni, ho utilizzato il filo interdentale, e credetemi sono diventando anche molto veloce, ma mi sono accorto che capitava di arrossare le gengive, se non stavo particolarmente attento ad usarlo, quindi, durante la mia ultima visita dal dentista (stiamo parlando di una record personale che sto battendo), che risale a più di otto mesi fa, il dottore mi ha consigliato di acquistare uno spazzolino elettrico, con testine intercambiabili, con un idropulsore incorporato.

Non avevo idea di che cosa stava parlando, ad oggi, posso dire che per la mia igiene orale non avrei potuto fare acquisto migliore; per prima cosa lui mi ha dato una serie di suggerimenti per le marche da guardare e poi io mi sono messo online a cercare immagini e recensioni. Ho quindi scoperto che idropulsore o idrogetto serve per eliminare la sporcizia dai denti, grazie ad un getto di acqua, che riesce ad entrare in tutte le piccole fessurine, eliminando tutta la sporcizia. Ho detto finalmente addio al filo interdentale, e ora grazie al mio idropulsore la pulizia dei mie denti e non solo migliore, ma anche molto più piacevole e non in i si irritano neanche più le gengive.

Non avrei potuto fare acquisto migliore, e se la spesa non è stata superflua, diciamo, però ci sto guadagnando a lungo termine, senza dover andare dal dentista così spesso, e soprattutto facendo tutto a casa comodo a te tutte le volte che voglio. Tutto questo risulta in un aumento della salute gengivale e dei denti, perché il getto riesce ad eliminare più del 90% di batteri! mentre se ci pensi con il filo interdentale non mi sembra tutto così igenico, al contrito con l’idropulsore, ti basterà inserirlo nella cavità orale, accenderlo e passarlo sui denti per sessanta secondi e il gioco è fatto.

Davvero molto utile..

Se hai già comprato uno spazzolino elettrico e vuoi provare a provare la pulizia con getto d’acqua, se ovviamente hai la possibilità di cambiare le testine, comprane una con possibilità di emettere getti di acqua, perché l’idrogetto ti aiuterà a mantenere una pulizia più profonda della tua bocca, assicurandoti una completa igiene orale. Comincia con il parlarne con il tuo dentista, fatti consigliera e da lui qualche nome, e poi come me fai una piccola ricerca personale online, prova a utilizzare il mitico idropulsore, e il tuo sorriso ti ringrazierà!

L’allenamento con il mitico elettrostimolatore

allenamento con elettrostimolatore

Esistono moltissimi dispositivi che sono stati creato per massimizzare la resa sportiva, estetica e riabilitativa, e uno di questi è proprio l’elettrostimolatore, uno strumento che negli ultimi decenni si è fatto un nome tra sportivi e amanti dell’estetica. Non vorrei infatti, sfatare un mito, ma forse poche persone sanno che un elettrostimolatore può essere utilizzato per diverse funzioni, io sono un atleta, e per quanto mi riguarda si tratta di uno strumento davvero necessario, sia per il mio allenamento che per riprendermi dopo qualche infortunio.

Lo utilizzo da moltissimo tempo, e non so cosa farei senza, mi è stato sempre di grandissimo aiuto, e per diverse ragioni; molte persone lo utilizzano semplicemente per motivi estetici, perché grazie ai suoi impulsi elettrici, funziona un questo modo, va a rassodare delle zone del corpo, nella maggio alza dei casi un muscolo alla volta, dipende dal tipo di dispositivo che stai cercando.

Quindi, ha principalmente tre utilizzi che sono estetici, sportivi e di riabilitazione; in tutti e tre i casi, l’elettrostimolatore si aziona tramite degli impulsi elettrici che vanno a sollecitare il muscolo interessato. Come ho spiegato poche righe fa, solitamente questi dispositivi sollecitano un muscolo alla volta, dipende dal numero di canali di uscita presenti, se ne hanno due allora devi necessariamente utilizzarli entrambi su un muscolo, anche per massimizzare l’effetto del tuo elettrostimolatore, infatti, non ti darai possibile collegare le due uscite a due muscoli diversi.

Il discorso cambia quando si tratta di elettrostimolatori a quattro canali, in questo caso ti sarà possibile utilizzarlo su due fascia muscolari diverse ma non due muscoli diversi, anche per motivi agonistici, ho optato per questa seconda soluzione. Come ti capiterà di notare, se ne acquisti uno o se lo cerchi nel web, molti elettrostimolatori hanno a disposizione dei programmi che hanno degli scopi diversi, così come la loro durata, ci sono elettrostimolatori auto regolabili, oppure che selezionano il tempo del programma automaticamente, essendo già predisposto nel dispositivo.

Le sue specialità

Le due caratteristiche principali dell’elettrostimolazione, sono l’intensità in mA e la frequenza d’onda; la prima, riguarda la regolazione degli impulsi elettrici mandati dal dispositivo, e molte volte la troviamo già regolata oppure autoregolabile, e dipende anche dalla tipologia di programma selezionata. La frequenza d’onda invece, può cambiare secondo il trattamento necessario.

Consiglio sempre di leggere attentamente le istruzioni, e di capire anche come utilizzarlo, guarda immagini e video, su come posizionare gli elettrodi,chiedi in palestra se necessario, ma non usare mai questa dispositivi senza prima conoscerli, si tratta sempre di impulsi elettrici, quindi vanno usati sempre con la cautela giusta. A parte questo piccolo avviso, sono sicuro che riuscirai ad ottenere il massimo dei benefici dal tuo elettrostimolatore.

Essiccatore: conservare con gusto

conservare con l'essiccatore

La grande funzionalità dell’essiccatore consiste nell’aumentare la conservazione degli alimenti, preservandone il gusto, inoltre anche le proprietà nutri it degli alimenti vengono completamente conservata. Si tratta di uno dei metodo più antichi per conservare il cibo, molto tempo fa si utilizzava essiccare sotto sale, che aiutava a manette e una conservazione maggiore per cui si tratta di un metodo sicuramente molto valido. Con il passare del tempo, la tecnologia alimentare, ha sicuramente aumentato la sua conoscenza, riuscendo a creare degli essi attori domestici. Facili e molto tuoi, da usare a casa, per conservare tutti gli alimenti che vuoi.

La maggioranza dei dispositivi suo mercato, emettono un getto di aria che sale dal basso, e questo tipo di essiccazione di chiama verticale, che però purtroppo ha lo svantaggio di creare molta umidità, al contrario dei fratelli essiccatori orizzontali, che permettono un migliore riciclo d’aria, scacciando l’umidità in eccesso. Si tratta di una scelta molto personale, quindi lascio fare a te e alla vastissima gamma che offre il commercio; ma quello che forse ti interessa conoscere di più su questi prodotti, consiste nella loro proprietà, infatti k’essiccatore rappresenta il modo più naturale per conservare gli alimenti assolutamente intatti, perché permette l’assorbimento dell’acqua nel cibo, che ospita molti batteri, per cui eliminando l’acqua di eliminano anche queste pericolo forme di vita.

Bussò alla porta anche degli amanti della natura, ai quali farà piacere sapere che un essiccatore è anche un dispositivo ecologico perché necessità di poca energia per funzionare, quindi parliamo anche di risparmio energetico, oltre che a poter conservare più gli alimenti e non buttarlo. I vantaggi di un essiccatore sono davvero moltissimi, compreso il prezzo, infatti rispetto al sottovuoto costa sicuramente meno, ed è ancora più naturale, permettendo una conservazione più duratura, si tratta di un dispositivo che ti farà risparmiare di molto, anche sulla spesa.

Perché essiccare gli alimenti?

Ci sono molto motivi per essiccare gli alimenti, perché l’essiccazione permette di conservare per mesi, tendendo gli alimenti lontano dai batteri, e permettendo la salvezza di tutte le proprietà organolettiche degli alimenti, quindi le loro vitamine e minerali. Non a casi si tratta davvero di uno dei metodi più antichi per conservare, anche perché il frigo e stato carretto relativamente poco tempo fa, ma in realtà non esiste nulla di meglio del l’essiccazione per conservare a lungo il cibo.

Un altro grande pregio consiste nella capacità di mantenere intatto anche il gusto, e a pensarci bene anche solo dopo sue giorni nel frigo, il cibo non ha più lo stesso sapore. Per quanto riguarda ciò che puoi essiccare, non ci sono limiti alla fine, puoi essiccare frutta, verdura, funghi, erbe, non esiste una lista perché più o meno tutti i cibi contengono acqua quindi possono essere essiccati, compresa la carne e il pesce, particolarmente buoni essicati.